Software RFID - AC Sistemi

info@acsistemisrl.com  06.51848187
Vai ai contenuti

Software RFID

Software
SOFTWARE RFID
Semplifica ed agevola l’integrazione dei dispositivi di acquisizione RFID in applicazioni di tipo ERP e MES
MIDDLEWARE RFID
Come gestisci i dati di una soluzione RFID?
La gestione del dato proveniente da un reader RFID viene spesso sottovalutata e spesso non rientra nell’analisi iniziale della soluzione
Software RFID
MIDDLEWARE RFID

Il Middleware RFID nasce non solo dall’esigenza di semplificare ed agevolare l’integrazione dei dispositivi di acquisizione RFID Zebra in applicazioni di tipo ERP e MES, ma anche per offrire nuove funzionalità agli sviluppatori.
Il Middleware si presenta come un servizio per i sistemi operativi Linux e Windows. È in grado di gestire diverse tipologie di dispositivi fissi RFID basati su protocollo LLRP (Low Level Reader Protocol) e dispositivi mobili con integrato il modulo di lettura RFID.
La gestione della configurazione avviene attraverso un’interfaccia web e la medesima consente anche di verificare il funzionamento di tutto il sistema.
L’integrazione con sistemi esterni è garantita attraverso protocolli standard ed ampiamente diffusi.
Funzionalità
Il Middleware consente di gestire i dispositivi di lettura in modalità singola o di gruppo. Questo significa si possono eseguire delle operazioni anche per tutti i lettori di un determinato gruppo, ad esempio possiamo decidere di spegnere tutti i lettori di un determinato reparto perché non lavorano nel fine settimana.
Si può anche decidere che i dati di un determinato gruppo siano indirizzati ad un software mentre i dati di un altro gruppo siano inviati ad un altro software perché riferite ad attività differenti all’interno dello stesso magazzino.
Ogni lettore, nel limite delle proprie caratteristiche, può essere configurato direttamente dal Middleware. Ad esempio per un lettore fisso può essere configurata la modalità di scansione (sempre attiva, acceso su evento per un determinato tempo, etc), la potenza di trasmissione, lo stato delle porte di input e output digitali, etc. Per un lettore mobile, oltre alla configurazione remota, l’operatore può decidere di ricalibrare la potenza di lettura e modificare altri parametri in base alle esigenze operative.
Il Middleware, gestendo le funzioni di input ed output digitale dei lettori fissi e grazie ad un gestore eventi integrato, è in grado di effettuare delle operazioni e di dare feedback agli utenti.
Ad esempio, si può decidere di attivare la lettura in seguito ad un evento di input attivato da una barriera fotoelettrica, si può attivare una sirena in caso di lettura errata o altre segnalazioni di tipo prettamente software.
Per gli utenti mobile il sistema di acquisizione offre una finestra webview per garantire agli operatori un feedback personalizzabile durante la fase di acquisizione dei codici RFID.
Il Middleware stesso offre funzionalità di filtro per evitare che lo stesso codice venga acquisito più volte o, al contrario, che il codice debba essere acquisito più volte prima di ritenere valida la lettura.
Il Middleware si occupa anche di monitorare che tutti i lettori siano operativi e di segnalare eventuali malfunzionamenti. Dall’interfaccia web è possibile osservare la mappa dell’operatività dell’impianto, inoltre automaticamente può inviare segnalazioni di eventuali problemi.  
Output dati
I codici RFID acquisiti dal Middleware sono costituiti, oltre che dai valori EPC e TID, anche dal timestamp millesimale, RSSI, identificativo del lettore e dell’antenna nel caso di lettori ad uscita multipla. Dall’interfaccia di configurazione si possono selezionare i valori che si necessita.
I dati acquisiti vengono memorizzati all’interno del Middleware ma possono sempre essere condivisi anche in tempo reale con altre applicazioni.
Sono disponibili molteplici modalità di condivisione dati: server TCP, database mySQL esterno, API REST.
Attivando il server TCP è possibile ricevere il flusso dati in tempo reale con le informazioni codificate in CSV o in formato JSON.
Attivando la funzione di output su database è possibile specificare i dati per il collegamento ad un server esterno dove scrivere i dati acquisiti. Questa possibilità consente di specificare anche il nome della tabella ed i campi da popolare. I database associabili possono essere più di uno e differenziati per gruppo di lettori.
Attivando la funzionalità di scambio dati via API REST è possibile interrogare i dati memorizzati all’interno del Middleware. L’interfaccia funziona in modalità sia PUSH sia PULL. Ovvero è possibile, oltre che interrogare, anche definire degli endpoint dove riversare in tempo reale le informazioni acquisite dal sistema.
COME GESTIRE I DATI DI UNA SOLUZIONE RFID

La gestione del dato proveniente da un reader RFID viene spesso sottovalutata e spesso non rientra nell’analisi iniziale della soluzione.


Un reader RFID a cui vengono collegate le antenne NON si comporta come un comune lettore USB collegato al PC, che legge il codice a barre e lo trasmette in emulazione tastiera.

In realtà il comportamento è completamente differente: i tag RFID, fino a quando si trovano nell’area di copertura dell’antenna, vengono contemporaneamente rilevati e trasmessi centinaia o migliaia di volte creando così una mole di dati ridondante e difficile da gestire.

Approfondisci sul nostro BLOG >>>




PALMARI
RFID

Palmari RFID per qualsiasi esigenza operativa










LETTORI FISSI
RFID



STAMPANTI
RFID

Lettori fissi RFID





STAMPANTI
RFID

Stampanti RFID desktop e industriali










TAG
RFID



STAMPANTI
RFID

Etichette RFID per qualsiasi applicazione

AC Sistemi
Viale Guglielmo Marconi, 70
00146 Roma
Telefono
info@acsistemisrl.com
Copyright  AC Sistemi
Torna ai contenuti